HOKUSAI KATSUSHIKA, IL FUJI SINUOSO n. 37

HOKUSAI KATSUSHIKA, IL FUJI SINUOSO n. 37

Prezzo di listino
€320,00
Prezzo scontato
€320,00
Prezzo di listino
Venduto
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Uneri fuji

Serie: Cento Vedute del Fuji, Fugaku Hyakkei

Tecnica:nishikie, xilografie in due toni di grigio e uno di rosa.

Formato:hanshinbon koban (mm circa 183x123)

Formato:hanshinbon koban dittico (mm circa 183x253)

Firme: Zen Hokusai Iitsu aratame Gakyorojin Manji

Sigillo dell’artista: Fuji no Yama

Date: 1834- 1836.

Incisori:Egawa Tomekichi e Tsentaro

Editori:Nishimura Yuzo, Eirakuya Toshiro.

Bellissima prova con buoni contrasti, in una quarta edizione pubblicata da Tohikedo nel 1852 con il caratteristico tono di rosa. Impressa su carta del Giappone, in ottimo stato di conservazione, con margini intonsi tutt’intorno oltre la linea marginale.

 

Bibliografia:

Calza G.C. Hokusai, il vecchio pazzo per la pittura, Milano 1999-2000, Londra, 2003.

Calza G.C. Hokusai, le cento vedute del Fuji, Milano, 1982.

Dickins F.V. Fugaku hiyaku-kei: one hundred view of Fuji by Hokusai, Londra, 1880.

Forrer M. Hokusai, prints and drawings, Londra, 1991.

Hillier J. The art of Hokusai in book illustration, Londra, 1980.

Lane R. Hokusai, vita ed opere, Milano, 1991.

Salamon Villa T., Le cento vedute del Fuji,Torino, 1975.

Smith II H. Hokusai: one hundred view of Fuji by Hokusai,Londra, 1988.

 

Affascinante visione, riflesso nel ritmico saliscendi delle onde.

Questa veduta potrebbe essere interpretata quale seguito dei disegni Kaijo no Fuji, tavola 40, e della Grande Onda, Kanagawa oki namiura(l’onda presso la costa di Kanagawa) della serie delle Trentasei vedute del Fuji.

Il mare, passata la tempesta, si è acquietato, ora l’imbarcazione dei pescatori scivola fra le onde, al­cuni vogatori sembrano voltarsi ad ammirare il Fuji lontano, altri ad osservarne il riflesso tremo­lante sull’acqua.

Lo specchio delle acque in perpetuo movimento nel riflettere la luce può creare affasci­nanti giochi ipnotici.

Reale o riflessa intuita od immaginata il fulcro di tutta la scena è e rimane l’onnipresenza della montagna, divina, inafferrabile e misteriosa.