HOKUSAI KATSUSHIKA, IL FUJI GENEROSO n. 31

HOKUSAI KATSUSHIKA, IL FUJI GENEROSO n. 31

Prezzo di listino
€120,00
Prezzo scontato
€120,00
Prezzo di listino
Venduto
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Senkin no fuji

Serie: Cento Vedute del Fuji, Fugaku Hyakkei

Tecnica:nishikie, xilografie in due toni di grigio e uno di rosa.

Formato:hanshinbon koban (mm circa 183x123)

Formato:hanshinbon koban dittico (mm circa 183x253)

Firme: Zen Hokusai Iitsu aratame Gakyorojin Manji

Sigillo dell’artista: Fuji no Yama

Date: 1834- 1836.

Incisori:Egawa Tomekichi e Tsentaro

Editori:Nishimura Yuzo, Eirakuya Toshiro.

Bellissima prova con buoni contrasti, in una quarta edizione pubblicata da Tohikedo nel 1852 con il caratteristico tono di rosa. Impressa su carta del Giappone, in ottimo stato di conservazione, con margini intonsi tutt’intorno oltre la linea marginale.

 

Bibliografia:

Calza G.C. Hokusai, il vecchio pazzo per la pittura, Milano 1999-2000, Londra, 2003.

Calza G.C. Hokusai, le cento vedute del Fuji, Milano, 1982.

Dickins F.V. Fugaku hiyaku-kei: one hundred view of Fuji by Hokusai, Londra, 1880.

Forrer M. Hokusai, prints and drawings, Londra, 1991.

Hillier J. The art of Hokusai in book illustration, Londra, 1980.

Lane R. Hokusai, vita ed opere, Milano, 1991.

Salamon Villa T., Le cento vedute del Fuji,Torino, 1975.

Smith II H. Hokusai: one hundred view of Fuji by Hokusai,Londra, 1988.

 

Le balle di riso, protette da stuoie di paglia, sono impilate a somiglianza del Fuji, che si erge sullo sfondo. Un volo di uccellini (chidori) scende a beccare i chicchi sparsi.

Senkin, letteralmente significa mille pezzi d’oro, quindi, per estensione inestimabile dono, inesti­mabile generosità.

Concetto ulteriormente rafforzato dall’utilizzo, da parte di Hokusai, di un ideogramma differente da quello usato fino ad ora per scrivere il nome Fuji; detto ideogramma ha il si­gnificato di “uomo prospero”.

La generosità della montagna, già introdotta nella tavola precedente è il tema conclusivo del primo volume.