Nishiki-e Silografia a colori, firmata in lastra: Zen Hokusai Iitsu hitsu

Serie: Fugaku sanju rokkei (Le trentasei vedute del Monte Fuji – prima serie)

Data: 1830-32

Formato: oban yoko-e (mm. 253×375)

Editore: Eijudo (mancante)

Censore: kiwame (mancante)

Bibliografia: Forrer 90.107.15, Lane 288.141.11, Forrer & Goncourt 266.44, Hokusai Museum II.75, Calza V.35.11.

Splendida prova con ottimi colori nella seconda edizione su due con il legno chiave inchiostrato in nero caratteristico di questa edizione pubblicata in­sieme alla se­conda parte delle vedute dette Ura Fuji. Impressa su carta del Giappone databile nella prima metà del xix secolo. In perfetto stato di con­servazione, ad eccezione di un restauro nel cielo perfettamente eseguito. Completa della parte incisa e con sot­tilissimo margine sul lato destro caratte­ristica estremamente rara nelle stampe di Hokusai.

È probabile che qui Hokusai volesse far risaltare il contrasto fra la fragile impalcatura eretta al di so­pra della fitta teoria dei tetti a tegola, visibili sul lato sinistro, e la massiccia solidità della sommità del tempio Hongan-ji, sul lato destro. Il dettaglio con cui sono descritte le te­gole di colmo, il tim­pano e le sottostanti mensole ornamentali attira automaticamente l’occhio dell’osservatore verso il lato de­stro della composizione e solo allora noterà i cinque lavoranti che, con comico risalto, paiono minu­scole creature lillipuziane di fronte all’imponenza della sommità del tempio che stanno ripa­rando. Il gioco di richiami fra la sa­goma triangolare del monte e quella di identica geometria del timpano del tempio ha verosi­milmente la funzione di conferire all’opera maggiore profondità spa­ziale. L’interesse princi­pale della stampa risiede nella composizione di insolita concezione piuttosto che nella parte­cipazione emozionale o nell’atmosfera evocata.

PREZZO SU RICHIESTA