HOKUSAI KATSUSHIKA, Il Fuji sotto un rovescio al crepuscolo detta Il Fuji nella tempesta, Yudachi no fuji
, n.52

HOKUSAI KATSUSHIKA, Il Fuji sotto un rovescio al crepuscolo detta Il Fuji nella tempesta, Yudachi no fuji
, n.52

Prezzo di listino
$773.95
Prezzo scontato
$773.95
Prezzo di listino
Venduto
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Serie: Cento Vedute del Fuji, Fugaku Hyakkei 

Tecnica: nishikie, xilografie in due toni di grigio.

Formato: hanshinbon koban dittico (mm circa 183x253)

Firme: Zen Hokusai Iitsu aratame Gakyorojin Manji

Sigillo dell’artista: Fuji no Yama

Date: incise tra 1834 – 1836, impresse tra il 1850 e il 1870

Incisori: Egawa Tomekichi e Tsentaro

Editore: Katano Toshiro.

 

Splendida prova con buoni contrasti, nella terza edizione dai legni originali. Impressa su carta del Giappone, in ottimo stato di conservazione, con margini intonsi tutt’intorno oltre la linea marginale.


 

Bibliografia:

Calza G.C. Hokusai, il vecchio pazzo per la pittura, Milano 1999-2000, Londra, 2003.

Calza G.C. Hokusai, le cento vedute del Fuji, Milano, 1982.

Dickins F.V. Fugaku hiyaku-kei: one hundred view of Fuji by Hokusai, Londra, 1880.

Forrer M. Hokusai, prints and drawings, Londra, 1991.

Hillier J. The art of Hokusai in book illustration, Londra, 1980.

Lane R. Hokusai, vita ed opere, Milano, 1991.

Salamon Villa T., Le cento vedute del Fuji, Torino, 1975.

Smith II H. Hokusai: one hundred view of Fuji by Hokusai, Londra, 1988.

Luce ed oscurità, bianco e nero.

Tavola che richiama l’analoga Sanka haku-u, tempesta sotto la cima, Il Fuji nella tempesta, della serie Le trentasei vedute del Fuji.

In questa versione, Hokusai sopperisce alla mancanza del colore con una visione dettagliata del vil­laggio all’approssimarsi della tempesta.

L’attesa, satura di percepibile elettricità per l’imminente tempesta, sembra finire; la cupa oscurità delle nubi gonfie di pioggia che ha immerso il villaggio viene squarciata da una saetta che vivida ri­schiara le piccole figure umane, chine e rannicchiate sotto i loro dochu-gasa, grandi cappelli di paglia da viaggio, in ricerca frettolosa di un qualche riparo. Il vento spazza i tetti di paglia.

Lontano, nitida e incontaminata, la vetta del Fuji, sovrasta le quinte orizzontali delle nuvole: è il mondo della serenità che il sacro monte ispira, punto di riferimento costante, anche nei momenti di tempesta.

Di questa tavola è conosciuto anche un disegno preparatorio.