//Selezione Natale 2019
  • SOLD
    Litografia originale a colori. (mm. 380x280). Perfetto esemplare, Maeght editore, Parigi. Conservazione perfetta, con margini editoriali intonsi.
  • Serigrafia originale. (mm. 1000x700). Perfetto esemplare, affiche realizzata per il Jazz Festival di Montreux. Impresso da Albin Uldry a Berna in complessivi 700 esemplari. Conservazione perfetta, con margini editoriali intonsi.
  • SOLD
    Litografia a colori firmata in lastra. D. Vallier 1029. (mm. 330x275). Perfetto esemplare. Tavola di copertina di Derrière le miroir, Maeght, Parigi. Stampato da Fernand Mourlot, conservazione perfetta, con margini intonsi.
  • Serigrafia originale firmata e datata in lastra. (mm. 700x810). Perfetto esemplare, affiche realizzata per il Jazz Festival di Montreux. Impresso da Albin Uldry a Berna in complessivi 700 esemplari. Conservazione perfetta, con margini editoriali intonsi.
  • Litografia originale a colori, firmata in lastra (mm 380x280). Perfetto esemplare. Tavola di Derrière le miroir. Maeght Éditeur, Parigi. Conservazione per¬fetta con margini editoriali.
  •   Silografia su linoleum originale firmata e numerata a mano dall’artista. Bibliografia: Carluccio Birolli n.17; AA.VV. Novara, 1968 n. 80; AA.VV. Messina 1985 n. 100; Maggio Serra Passoni FD 145. (mm. 188x255). Superba prova nell’unico stato nella prima edizione su due impressa su carta delle Cartiere Ventura in 80 esemplari ed inserita in una cartella dal titolo Capri. La seconda edizione è stata stampata postuma da Luigi de Tullio nel 1966 e iscritta F.C. da Daphne M. Casorati. In buono stato di conservazione con ampi margini tutt’intorno oltre l’impronta della lastra. La lastra biffata è conservata presso la Galleria civica d’arte moderna di Torino.
  • SOLD
    Litografia originale a colori. Bibliografia: Mourlot I.81, Cramer 23. (mm. 353x529). Perfetto esemplare impresso da Fernand Mourlot per l’editore Tériade. In perfetto stato di conservazione, con piega centrale e margini editoriali. Tavola fuori testo per Verve VII.27-28, Parigi, 1953. Al verso sono stampate le litografie originali in nero Le soleil noir sur Paris (M.I.85) e L’Arc de Triomphe (M. I.87).
  •   Serigrafia originale a colori firmata a mano dall’artista.(mm. 700x500).  Magnifica prova impressa su carta Arches in complessivi 100 esemplari. Conservazione perfetta, con margini intonsi. 
  • Serigrafia originale a colori (mm. 206x159). Bibliografia: Oeuvre gravé 1968-1980, D.Chenivesse et B. Kühn, Ed. Ulmer Museum, Ulm, 1980.       Perfetto esemplare stampato su BFK Rives in 1500 esemplari dall’atelier d’Art Michel Casa, Paris, in occasione dell’esposizione dell’artista al Musée d’Art Moderne di Parigi. Conservazione perfetta, con margini intonsi.
  • Acquaforte acquatinta originale a colori firmata e titolata a mano dall’artista (mm. 118x150) Perfetto esemplare impresso su carta Rives in complessivi 100 esemplari. Conservazione perfetta con margini intonsi.
  • SOLD
    Serigrafia originale a colori. (mm. 175x132). Perfetto esemplare edito da Stedelijk Museum, Amsterdam. Conservazione perfetta, con margini intonsi.
  • SOLD
    Acquaforte ed acquatinta originale a colori, numerata e firmata a mano dall’artista (mm.755x570) Perfetto esemplare. Impresso in complessivi 150 esemplari dalla stamperia d’arte Lombardi di Roma su carta uso mano Fabriano. Conservazione perfetta con margini intonsi e al recto timbro a secco della stamperia, al verso timbro della stamperia per la garanzia di autenticità.
  • SOLD
    Acciaio smaltato a tiratura limitata, (mm300x200x50).
  • SOLD
    Serigrafia originale firmata e datata in lastra. Bilb. Marc Gundel, Keith Haring - Short Messages - Posters, München 2002, n. 6, Littmann Kluse. S. 24-27. (mm. 1000x700). Perfetto esemplare, affiche realizzata per il 17° Jazz Festival di Montreux. Impresso da Albin Uldry a Berna in complessivi 700 esemplari. Conservazione perfetta, con margini editoriali intonsi.
  • Nishiki-e. Silografia a colori, firmata in lastra: Hiroshige hitsu Serie: Rokuyu-yoshu meisho zue n.31 Vedute di posti famosi nelle ses­santa diverse provincie del Giappone Data: 1853 anno del Toro settimo mese Formato: oban tate-e (mm. 343x225) Censore: Kimugasa Murata Editore: Koshimuraya Heisuke (Koshihei) Splendida prova con ottimi colori e con ben visibile l’effetto di mokumezuri venatura del legno di base caratteristica delle prove più antiche. Impressa su carta del Giappone, da­tabile alla seconda metà del xix secolo. In perfetto stato di con­servazione. Con buoni margini tutt’intorno oltre la li­nea marginale. Bibliografia: Jansen 31, Memorial Cat.219, Strange 31, Stewart Cap.XVIII, van Vleck (pag.94-101).
  • SOLD
    Serie: Cento Vedute del Fuji, Fugaku Hyakkei. Tecnica: nishikie, silografie in tre toni di grigio. Formato: hanshinbon koban dittico (mm circa 183x253) Firme: Zen Hokusai Iitsu aratame Gakyorojin Manji Sigillo dell’artista: Fuji no Yama Date: 1835- 2° album Incisori: Egawa Tomekichi e Tsentaro Editori: Nishimura Yuzo, Eirakuya Toshiro. Superba prova con ottimi contrasti, in una rara prima edizione stampata in tre toni di grigio. Impressa su carta del Giappone tra il 1834 e il 1836. In eccezionale stato di conservazione, con margini intonsi tutt’intorno oltre la linea marginale. Bibliografia: Calza G.C. Hokusai, il vecchio pazzo per la pittura, Milano 1999-2000, Londra, 2003. Calza G.C. Hokusai, le cento vedute del Fuji, Milano, 1982. Dickins F.V. Fugaku hiyaku-kei: one hundred view of Fuji by Hokusai, Londra, 1880. Forrer M. Hokusai, prints and drawings, Londra, 1991. Pietro Gobbi. Firme sigilli stemmi filologia dell’Ukiyo-e, Torino, 1989. Hillier J. The art of Hokusai in book illustration, Londra, 1980. Joly H. Legend in Japanese art, Rutland, Tokyo, 1973. Lane R. Hokusai, vita ed opere, Milano, 1991. Salamon Villa T., Le cento vedute del Fuji, Torino, 1975. Smith II H. Hokusai: one hundred view of Fuji by Hokusai, Londra, 1988. In lontananza la catena vulcanica degli otto picchi, Yatsugatake, a circa 50 miglia a nordovest del Fuji. Alternanza di picchi frastagliati, erosi dall’azione del vento in contrasto sia con la purezza delle linee del Fuji, sia col fluente ondeggiare delle acque sottostanti. A giudicare dalla somiglianza della linea dei monti con quella disegnata nella tavola titolata Shinshu Suwako, Il lago Suwa nella provincia di Shinano, delle serie delle Trentasei vedute del Fuji potrebbe trattarsi dello stesso lago. Considerando però la tumultuosità delle acque, che mal si addice alla superficie calma di un lago, Suzuki ipotizza trattarsi del vicino fiume Chikuma. Il disegno dell’ondeggiante movimento dell’acqua lo troviamo anche in una tavola di Mangwa IX (1819).